lunedì 4 ottobre 2010

Rambaldo paladino guerriero

Così Rambaldo: "Paladino devoto al castello di Franghelm, braccio destro del Lord Iscafar Franghelm in persona, con il quale coltivava una relazione intima sentimentale, aveva trovato un anello, sì, dalle sembianze normali, un semplice anello d'argento, altresì un potente strumento per il controllo della pressione attraverso la generazione di barriere virtuali su dimensioni parallele teleportate sulla dimensione esistenziale dell'anello: venti, correnti marine, telecinesi e, ovviamente, volare! Difficile volare bene forse, ma almeno levitare sarà semplice...". La sua gioia nell'essere accarezzato dall'accelerazione verso il basso, meno di 100 metri da terra, la sua mania contro gli "omofobici", la sua armatura sottocutanea di 100 chili di lardo adattata al suo corpo di trentenne, l'armatura (invisibile) di scaglie di Shredon, drago fantasma imprigionato al suo servizio, l'anello argenteo della Pressione dominante, niente, niente di tutto questo lo aiutò una volta che si gettò dalla finestra del settimo piano di via Roma. Ieri. Così. Appena prima del suo solito panino alla nutella prima di andare alla Gilda con i ragazzi che, come lui, amavano sognare ad occhi aperti.
Vogliamo ricordarlo così: Rambaldo Paladino Guerriero di Franghelm.

Nessun commento:

Posta un commento